NUOVO TEATRO e TECU 2010 - Il sito di Marco ZACCHERA

Vai ai contenuti

NUOVO TEATRO e TECU 2010

Interventi

Il teatro in riva al lago con i “sassi” di Arroyo  e la rassegna Te-Cu 2010

Venerdi 7 maggio 2010


Nella conferenza stampa del primo pomeriggio – alla presenza delle principali autorità cittadine e del neoassessore regionale alla cultura Michele Coppola – e nell’affollato incontro pubblico della sera, a Villa Giulia è stato presentato il progetto del nuovo teatro di Verbania e la rassegna TeatroCultura “Te-Cu” che avvicinerà la città all’apertura della struttura.
È toccato all’architetto Salvador Perez Arroyo e ai suoi assistenti del gruppo Stones il compito di illustrare il progetto di traslazione della struttura inizialmente pensata per piazza Fratelli Bandiera e dall’Amministrazione trasferita a Villa Maioni, in riva al lago.
Il teatro
Gli elementi distintivi del progetto originale, cioè i grossi blocchi che prima richiamavano il passato industriale di Verbania, pur identici alla forma originale, diventano “sassi” che si rifanno al paesaggio della zona. A raccordarli c’è uno spazio di forma rettangolare che costituisce il cuore polifunzionale dell’area. Accanto alla sala teatro (con palco e torre scenica) uguale in tutto e per tutto a quella precedente, ovvero di 500 posti, c’è la possibilità di avere in contemporanea più sale per conferenze, riunioni ecc… e uno spazio vuoto come foyer. Oppure, in un’altra configurazione, c’è spazio per più di 900 posti a sedere di un convegno. E in alternativa, senza sedute, lo spazio può ospitare eventi sportivi o una fiera. Il tutto affacciato alla grande vetrata che dà sul lago, verso i gradoni digradanti dell’ex arena (dell’attuale struttura è prevista la demolizione) che, sommati ai posti ricavati sul tetto, consegnano alla struttura 3.000 posti a sede. Negli altri “sassi” ci sono i camerini, i servizi tecnici e il bar-ristorante, fruibile anche dalla spiaggia, che non viene toccata. Lo spazio a parcheggio non muta ed è il medesimo – così come la superficie totale della struttura – che in piazza Fratelli Bandiera era interrato.
L’arretramento verso il lago del complesso mitiga l’impatto visivo dal lago e l’abbassamento del palco (sempre sopra la quota esondabile) riduce la torre scenica. È prevista l’alimentazione a pannelli solari e l’utilizzo della geotermia per riscaldamento e raffrescamento. La struttura teatrale costa nel suo complesso leggermente di meno di quella ipotizzata in piazza Fratelli Bandiera pur con una ben maggiore fruibilità e diversificazione di utilizzo. All’esterno è prevista una ricostruzione dell’arena che passerà a oltre 3.000 posti ricavati, sia dalle gradinate verso il lago, sia dalla copertura del teatro vero e proprio. All’interno un ingegnoso sistema di movimentazione dei piani permetterà di orientare le sedie degli spettatori anche verso il lago e gli spettacoli all’esterno. Circa i tempi di realizzo si prevede il termine dei lavori per la fine del 2013.



TeatroCultura (Te-Cu 2010)
TeatroCultura, o Te-Cu nella sua forma abbreviata, è la rassegna che anticipa e accompagna il futuro teatro. Lo scopo è quello di far conoscere la città e di inserirla nei circuiti nazionali già prima che la nuova struttura sia a regime. Per questo Paola Palma, direttore d’orchestra, consulente del gruppo Stones e curatrice della rassegna, ha approntato una serie di eventi – tutti a ingresso libero – che, tra piazza Garibaldi, Villa Giulia, la casa circondariale e la scuola di polizia penitenziaria, abbracciano i vari settori del mondo dello spettacolo sottolineando la versatilità della struttura teatrale che si vuole realizzare a Verbania.
Si inizia il 23 maggio con il jazz raccontato da Walter Veltroni e suonato da Danilo Rea, Stefano Di Battista, Roberto Gatto e Dario Rosciglione. Il 25 luglio sarà la volta della musica classica commentata da Giampiero Mughini e proposta dai solisti della Scala di Milano. Direttore d’orchestra Massimiliano Caldi, voce di Luigi Maio.Tra il 17 e il 31 luglio Valentina Crepax proporrà alcuni bozzetti del papà, il celebre disegnatore Guido Crepax, che è stato anche violoncellista della Scala. Il 28agosto sarà di scena il balletto con Raffaele Paganini, mentre il 30 settembre il magistrato Giuseppe Ayala parlerà di legalità introducendo, nell’auditorium della scuola di polizia penitenziaria, il “teatro civile” alla presenza anche del ministro dell’Interno Roberto Maroni. Il 5 ottobre concerto speciale “Up around the bend” al carcere di Pallanza mentre il 9 ottobre, a Villa Giulia, si terrà un recital del celebre regista Gabriele Lavia su poesie di Giacomo Leopardi.

www.teatroculturaverbania.it


Torna ai contenuti