VERBANIA CENTER - Il sito di Marco ZACCHERA

Vai ai contenuti

VERBANIA CENTER

 

 
“ KABA KUKUNA ANDU”    (“E’ MEGLIO FARE DEL BENE”)
 
 
RAPPORTO SUL VERBANIA CENTER – RELAZIONE DEL 38° ANNO
 
 
Cari amici,
 
sempre più veloce un altro anno è passato e sono ormai 38 anni da quando – era il Natale del 1981 – nacque il “Verbania Center” prima come associazione spontanea e ora come specifico e autonomo Fondo inserito all’ interno della “Fondazione Comunitaria del VCO”. Ricordo i tanti benefattori iniziali che oggi non ci sono più e tutte le persone che in questi anni si sono impegnati sia nella solidarietà che – in diversi parti del mondo – hanno operato grazie agli aiuti che abbiamo raccolto.  
 
Ecco la doverosa relazione di questo ultimo anno, particolarmente importante dal punto di vista operativo per i progetti che stiamo realizzando.  
 
 
RELAZIONE FINANZIARIA
 
Ricordo che dopo la costituzione del “Fondo Verbania Center” presso la Fondazione Comunitaria del VCO le disponibilità sono ora da dividersi in due diverse gestioni: quella “patrimoniale” (che va ad incrementare il fondo iniziale di adesione alla Fondazione) e la “sezione corrente” dove si versano i fondi raccolti e li si distribuiscono nelle diverse iniziative, oltre alla gestione di cassa.
 
Durante il periodo 22.11.2018 - 25.11.2019 sono stati ricevute offerte complessive per euro 24.915  oltre a  euro 1.867 di dividendi del c/ patrimoniale (passati al c/ gestione corrente).  Gli impegni complessivi sono stati pari ad euro 25.550 e tenuto conto che è stato azzerato il c/ cassa abbiamo ad oggi un saldo di euro 73.453,71 sul FONDO PATRIMONIALE, di euro 5.348.67  sul FONDO CORRENTE.
 
In totale dall’inizio della sua attività, oltre a molti beni in natura ed attrezzature, il Verbania Center ha quindi superato come raccolta i  596.000 euro che, salvo i saldi attuali e il fondo patrimoniale, sono stati tutti spesi nel tempo in oltre 100 iniziative concrete e diversificate localizzate  in tante parti del mondo dall’ Africa all’America Latina, Medio Oriente ed Est Europeo. Contributi tutti “senza spese” perché ricordo che le nostre iniziative sono mirate e non hanno nessun costo di amministrazione, viaggi, gestione o rimborso spese.
 
 
EVENTI ECCEZIONALI
 
La gestione di quest’anno è stata condizionata da due positivi eventi eccezionali che hanno molto incrementato la raccolta: una serata organizzata a Verbania il 16 aprile in collaborazione con BANCA MEDIOLANUM che - tramite la sua Fondazione - ha raddoppiato l’importo delle offerte raccolte e versato  così 10.000 euro per l’iniziativa di Machava e un’altra serata organizzata a Novara il 7 giugno dai famigliari di SIMONA GIORDANO, purtroppo prematuramente scomparsa la scorsa primavera e alla cui memoria verrà appunto dedicato il nuovo reparto di pneumologia di Machava.
 
La serata ha permesso di raccogliere ben 10.150 euro e ai famigliari di Simona - e particolarmente a Massimo – un “grazie” speciale per la loro generosità, ma soprattutto per la grande amicizia ed entusiasmo con cui si sono dati da fare per questa iniziativa.
 
 
 
MOZAMBICO: NACALA E MACHAVA
 
In Mozambico continua intanto la collaborazione con le iniziative della suora salesiana verbanese Maria Luisa Spitti e delle sue consorelle. Quest’anno gli aiuti si sono concretizzati nel mantenere il finanziamento di 3 borse di studio per allieve infermiere (1.800 euro) oltre a 1.000 euro destinate alla sistemazione del secondo lotto del tetto della scuola di Macana, scuola di 2300 alunni che cerchiamo di aiutare da alcuni anni.   
 
 
In Mozambico opera anche la sorella di suor Maria Luisa (Luana Spitti) una dinamica laica che lavora a Machava, nella periferia di Maputo, la capitale del Mozambico. In queste zone periferiche è assolutamente carente l’assistenza sanitaria e quindi si è continuato ad investire sul centro ambulatoriale dove, dopo la realizzazione del reparto di pediatria, sono iniziati i lavori per quello di pneumologia tenuto conto della grande diffusione della tubercolosi in questa regione, soprattutto tra i bambini. Il nuovo centro (che si conta di inaugurare per fine febbraio dedicandolo appunto al ricordo di SIMONA GIORDANO) sarà composto da alcuni locali di degenza ed ambulatoriali con accesso separato. Un locale sarà specificatamente destinato alla TBC pediatrica.
 
Il preventivo era di 20.000 euro che sono stati interamente raccolti grazie alle due iniziative già indicate e ad altre offerte.
 
Questa specifica iniziativa è coordinata da Luana Spitti in collaborazione con la sua ONLUS “Fratelli senza Frontiere” che formalmente è la nostra corrispondente-partner. Sono stati destinati al nuovo reparto i 20.150 euro mentre 1.500 euro sono stati destinati all’assistenza dei ragazzi di strada del “barrio” dove sta sorgendo l’opera. Nello specifico ci siamo assunti l’onere di pagare in parte il nolo di un container che proprio in questi giorni sta navigando per il Mozambico con aiuti per i bambini e materiale sanitario per l’ospedale. Versamento complessivo per Machava 21.650 euro  
 
 
COLOMBIA
 
Continua l’attività di un amico-sostenitore italiano di Cartagena ed originario della nostra zona che ha creato delle squadre di calcio giovanili per i ragazzi di strada della zona, ciascuna delle quali intitolata ad un club italiano: Juventus, Torino e anche… VERBANIA (ovviamente con i colori sociali della nostra squadra cittadina!).
 
La squadra – come le altre – è appunto composta da ragazzi in difficoltà ed è un interessante tentativo di loro recupero e di inserimento sociale tramite lo sport. Per pagare iscrizioni ai campionati, divise ecc. abbiamo destinato quest’anno  800 euro.
 
 
ZAMBIA
 
Riprendendo gli aiuti sospesi l’anno scorso (per mancanza di fondi) abbiamo destinato 300 euro per la sistemazione del tetto della scuola-ospedale per sordomuti San Josè a Kalulushi. E’ questo l’unico centro per l’assistenza e l’avvio al linguaggio per bambini sordomuti di buona parte dell’Africa Australe.
 
 
In diverse altre nazioni  - e soprattutto in Kenya - teniamo contatti, ma quest’anno non abbiamo inviato fondi per progetti specifici e questo sia per i nostri limiti di spesa, ma anche perché non finanziamo se non a fronte di progetti ben definiti e concreti.  
 
 
 
LA “FILOSFIA” DEL VERBANIA CENTER
 
Ricordiamo la "filosofia" che sta dietro alle nostre iniziative e che è riassumibile in pochi punti:
 
1) nessun tipo di spesa generale: tutto quello che si raccoglie lo si utilizza e lo si rendiconta
2) le iniziative finanziate debbono prevedere il coinvolgimento di gruppi o popolazioni locali che devono co-partecipare mettendoci almeno il lavoro materiale. Inoltre quando i progetti sono destinati a delle specifiche comunità il loro utilizzo non è mai completamente gratuito, ma sempre soggetto ad un piccolo pagamento o a una modesta retta di mantenimento, perché tutti siano responsabilizzati al sacrificio e le iniziative siano ben mantenute
 
3) ogni intervento ha sempre un responsabile locale conosciuto e serio, che possa così rispondere personalmente della qualità e della dovuta rendicontazione di quello che viene fatto.
 
 
L'AZIONE DEL ”FONDO”
 
Ormai da 10 anni fa “VERBANIA CENTER” si è trasformato da iniziativa spontanea a fondo autonomo inserito nella Fondazione Comunitaria del VCO che ha l’obiettivo di contribuire a sostenere lo sviluppo sociale del nostro territorio e di promuovere la cultura della solidarietà tra i cittadini del VCO. Le somme investite a patrimonio producono rendite destinate anche al sostegno dei singoli progetti che vengono finanziati e gestiti con la sezione corrente, raccogliendo donazioni, contributi  e lasciti di privati cittadini, enti e imprese.
 
 
Chi desidera partecipare al progetto Verbania Center, può quindi contribuire con una donazione libera sul conto intestato a Fondazione Comunitaria del VCO presso BANCA INTESA SAN PAOLO IBAN: IT81 O 03069 09606 1000 0000 0570 indicando però sempre : “FONDO VERBANIA CENTER”  E' inoltre possibile effettuare versamenti sul c/c postale n. 76673664 intestato a Marco Zacchera - Via Castelli 30/a 28922 VERBANIA (indirizzo che funge anche da recapito e segreteria).
 
In entrambi i casi va sempre indicata come causale "FONDO VERBANIA CENTER".  Potete scrivermi anche via mail per avere ogni dettaglio : marco.zacchera@libero.it .
 
 
A tutti un saluto, grazie dell’amicizia e Buon Natale
 
 
 
Verbania,  29  novembre 2019                MARCO  ZACCHERA




 
“ KABA KUKUNA ANDU”   (“E’ MEGLIO FARE DEL BENE”)
 
 
RAPPORTO SUL VERBANIA CENTER – RELAZIONE DEL 37° ANNO
 
 
Cari amici,
 
corre veloce il tempo e sono ormai passati 37 anni da quando – era il Natale del 1981 – nacque il “Verbania Center” prima come associazione spontanea e ora come specifico e autonomo Fondo inserito all’ interno della “Fondazione Comunitaria del VCO”. Ricordo i tanti benefattori iniziali che oggi non ci sono più, così come quasi tutti i missionari e laici che abbiamo aiutato nel tempo. Altri se ne sono aggiunti recentemente, ma resta intatto il ricordo di tutti in questa grande catena di solidarietà. In particolare alcune settimane fa è mancato p. GIUSEPPE DA FRE’ che mi accolse nel 1980 a Loyangallany e che – chiedendomi di contribuire alla costruzione di un acquedotto per la sua missione tra gli Ol Molo del Lago Turkana (Kenya) - dette indirettamente avvio al Verbania Center. Anche nel suo ricordo continuiamo in questo  impegno ed eccoci al consueto bilancio annuale.
 
 
 
RELAZIONE FINANZIARIA
 
Ricordo che dopo la costituzione del “Fondo Verbania Center” presso la Fondazione Comunitaria del VCO le disponibilità sono ora da dividersi in due diverse gestioni: quella “patrimoniale” (che va ad incrementare il fondo iniziale di adesione alla Fondazione) e la “sezione corrente” dove si versano i fondi raccolti e li si distribuiscono nelle diverse iniziative, oltre alla gestione di cassa.
 
Durante il periodo 25.12.2017 – 22.11.2018 sono stati ricevute offerte complessive per euro 7.685 oltre a 1.808.43 di dividendi dal c/ patrimoniale. Poiché gli impegni complessivi sono stati pari a 10.120 euro ed esisteva un fondo cassa di 1.200 euro i saldi ad oggi sono di 73.453,71 sul FONDO PATRIMONIALE, di euro 2.780,94 sul FONDO CORRENTE e euro 435 nel fondo di CASSA.
 
In totale dall’inizio della sua attività, oltre a molti beni in natura ed attrezzature, il Verbania Center ha quindi superato come raccolta i 571.000 euro che, salvo i saldi attuali e il fondo patrimoniale, sono stati tutti spesi nel tempo in oltre 100 iniziative concrete e diversificate localizzate  in tante parti del mondo dall’ Africa all’America Latina, Medio Oriente ed Est Europeo. Contributi tutti “senza spese” perché ricordo che le nostre iniziative sono mirate, dirette e  non hanno nessun costo di amministrazione, viaggi, gestione o rimborso spese.
 
 
 
MOZAMBICO: NACALA E MACHAVA
 
In Mozambico continua la collaborazione con le iniziative della la suora salesiana verbanese Maria Luisa Spitti attualmente In Italia. Quest’anno gli aiuti si sono concretizzati nell’avvio di 3 borse di studio per allieve infermiere (1.800 euro) oltre a 1.500 euro destinate alla sistemazione del tetto e dei banchi della scuola - che necessiterebbero di molto di più visto che è frequentata da circa 2.200 studenti - e si trova in un “barrio” (quartiere-baraccopoli) nella periferia di Nacala, città nel nord del paese: servirebbe davvero un aiuto speciale.
 
 
In Mozambico opera anche la sorella di suor Maria Luisa (Luana Spitti) una dinamica laica che lavora a Machava, nella periferia di Maputo, la capitale del Mozambico. In queste zone periferiche  è assolutamente carente l’assistenza sanitaria e quindi si è continuato ad investire sul centro ambulatoriale dove, dopo la realizzazione l’anno scorso del reparto di pediatria, quest’anno si sono avviati i lavori per quello delle malattie polmonari, purtroppo lì molto presenti. Dopo la visita fatta personalmente all’inizio dell’anno posso solo confermarvi l’ottimo lavoro che è stato svolto e la grande importanza che avrebbe realizzare anche questo obiettivo (spesa prevista oltre 10.000 euro). In totale quest’anno sono stati impegnati a Machava 4.620 euro, 2000 dei quali destinati ai primi lavori per il nuovo reparto in collaborazione con l’ONLUS “Fratelli senza Frontiere” che formalmente è la nostra corrispondente-partner.  
 
 
 
KENYA
 
Il Kenya è stata la culla del Verbania Center, ma ormai sono pochi i missionari e le missionarie italiane presenti. Li ho visitati a Nairobi nel mese di luglio (salutando anche il verbanese p. Antonio Bianchi, 96 anni!) destinando 1.600 euro a diverse loro piccole iniziative.
 
COLOMBIA
 
La travolgente attività sociale di un amico-sostenitore italiano di Cartagena ed originario della Valle Vigezzo ha permesso di avviare una nuova e simpatica iniziativa. Da quest’anno gioca infatti ufficialmente  la nuova squadra di calcio del VERBANIA (con i colori sociali della nostra squadra cittadina!) nel campionato giovanile della città. La squadra – come altre – è composta da “ragazzi di strada” o in difficoltà ed è un interessante tentativo di loro recupero e di inserimento sociale.
 
Per pagare iscrizioni, divise ecc. abbiamo destinato 600 euro.  Foto e video che puntualmente  ricevo testimoniano l’entusiasmo dei circa 30 ragazzi che ne fanno parte che pare che in quel campionato avrebbero battuto ad ottobre anche…la Juventus!!
 
 
In diverse altre nazioni teniamo contatti. ma anche quest’anno non abbiamo inviato fondi per progetti specifici, questo per i nostri limiti di spesa ma anche perché non inviamo fondi se non a fronte di un progetto ben chiaro .
 
 
 
LA “FILOSFIA” DEL VERBANIA CENTER
 
Ricordiamo la "filosofia" che sta dietro alle nostre iniziative e riassumibile in pochi punti:
1) nessun tipo di spesa generale: tutto quello che si raccoglie si utilizza e lo si rendiconta
2) le iniziative finanziate debbono prevedere il coinvolgimento di gruppi o popolazioni locali che devono co-partecipare mettendoci almeno il lavoro materiale. Inoltre quando i progetti sono destinati a delle specifiche comunità il loro utilizzo non è mai completamente gratuito, ma sempre soggetto ad un piccolo pagamento o a una modesta retta di mantenimento, perché tutti siano responsabilizzati al sacrificio e le iniziative siano ben mantenute
 
3) ogni intervento ha sempre un responsabile locale conosciuto e serio, che possa così rispondere personalmente della qualità e della dovuta rendicontazione di quello che viene fatto.
 
 
 
L'AZIONE DEL”FONDO”
 
Nove anni fa il “VERBANIA CENTER” si è trasformato aderendo con un proprio fondo autonomo iniziale di 50.000 euro (salito oggi al valore di 73.453,71) alla Fondazione Comunitaria del VCO che ha l’obiettivo di contribuire a sostenere lo sviluppo sociale del nostro territorio e di promuovere la cultura della solidarietà tra i cittadini del VCO che fa parte, come Fondo indipendente, del patrimonio complessivo della Fondazione Comunitaria del VCO.  Le somme investite a patrimonio producono rendite destinate anche al sostegno dei singoli progetti che vengono finanziati e gestiti con la sezione corrente, incrementata da donazioni libere e lasciti di privati cittadini, enti e imprese.
 
 
Chi desidera partecipare al progetto Verbania Center, può quindi sempre contribuire con una donazione libera sul conto intestato a Fondazione Comunitaria del VCO presso BANCA PROSSIMA - IBAN: IT28 S033 5901 6001 0000 0000 570 indicando però sempre : “FONDO VERBANIA CENTER”  E' inoltre possibile effettuare versamenti sul c/c postale n. 76673664 intestato a Marco Zacchera - Via Castelli 30/a 28922 VERBANIA (indirizzo che funge anche da recapito e segreteria).
 
In entrambi i casi va sempre indicata come causale "FONDO VERBANIA CENTER".  potete scrivermi anche via mail per avere ogni dettaglio : marco.zacchera@libero.it .
 
 
RICORDO CHE VANNO AL VERBANIA CENTER ANCHE I PROFITTI DELLA VENDITA DI UN LIBRO CHE HO SCRITTO QUEST’ANNO: “L’INTEGRAZIONE (IM)POSSIBILE? Cosa non ci dicono su Africa, Islam ed immigrazione” edizioni  “Il Borghese” euro 18. Chi ne vuole ricevere una copia può contattarmi direttamente o via mail
 
 
A tutti un saluto, grazie dell’amicizia e Buon Natale
 
 
 
Verbania,  22  novembre 2018                                                     MARCO  ZACCHERA


 




“ KABA KUKUNA ANDU”   (“E’ MEGLIO FARE DEL BENE”)
 
 
RAPPORTO SUL VERBANIA CENTER – RELAZIONE DEL 36° ANNO
 
 
Cari amici,
 
sono ormai passati 36 anni da quando – era il Natale del 1981 – nacque il “Verbania Center” prima come associazione spontanea e ora specifico e autonomo Fondo inserito all’ interno della “Fondazione Comunitaria del VCO”. Purtroppo molti dei benefattori iniziali oggi non ci sono più, così come  quasi tutti i missionari e laici che abbiamo aiutato nel tempo.
 
Alcune iniziative però sono ancora attive ed anzi in crescendo: su di esse ci indirizziamo  mentre nuovi amici si sono inseriti negli anni. Proseguiamo quindi con la nostra piccola attività in momenti così difficili anche sul fronte dell’ immigrazione convinti (ma noi le cose le abbiamo dette e fatte concretamente e nel tempo) che “aiutarli al loro paese” sia una prospettiva giusta di crescita, responsabilizzazione e investimento locale verso il futuro. Ecco quindi  il bilancio di quest’anno.
 
 
 
RELAZIONE FINANZIARIA
 
Ricordo che dopo la costituzione del “Fondo Verbania Center” presso la Fondazione Comunitaria del VCO le disponibilità sono ora da dividersi in due diverse gestioni: quella “patrimoniale” (che va ad incrementare il fondo iniziale di adesione alla Fondazione) e la “sezione corrente” dove si versano gli altri fondi raccolti e li si distribuiscono nelle diverse iniziative.  
 
Durante il periodo 7.12.2016 – 24.11.2017 sono stati ricevute offerte complessive per euro 12.400 dei quali 9.900 versati alla Fondazione (per euro 2.700 a “capitale” e 7.200 al fondo corrente), oltre a una  rendita sul patrimonio per 1.746,89 euro, che oggi ammonta ad euro 73.453,71.
 
Il fondo disponibile presso la Fondazione è di euro 1.772.51, oltre a un fondo cassa di euro 1.200.  Durante il periodo sono stati destinati e spesi per interventi  10.800 euro.
 
In totale dall’inizio della sua attività, oltre a molti beni in natura ed attrezzature, il Verbania Center ha quindi superato come raccolta i 564.000 euro che, salvo i saldi attuali e il fondo patrimoniale, sono stati tutti spesi nel tempo in oltre 100 iniziative diverse in tante parti del mondo ovvero in Africa, America Latina, Medio Oriente ed Est Europeo, contributi tutti “senza spese” perché ricordo che le nostre iniziative sono mirate, dirette e  non hanno nessun costo di amministrazione, gestione o rimborso spese..
 
 
 
MOZAMBICO: NACALA E MACHAVA
 
In Mozambico continua la collaborazione con la suora salesiana verbanese Maria Luisa Spitti che sta realizzando insieme alle sue consorelle diverse iniziative soprattutto in campo scolastico. Da agosto suor Spitti è temporaneamente in Italia e il nostro referente “sul campo” è la consorella suor Luisa Macamo. Quest’anno con 6.500 euro abbiamo continuato a finanziare la scuola “Mira Mar” (frequentata da 2.200 studenti) in un “barrio” (quartiere-baraccopoli) nella periferia di Nacala, città nel nord del paese. I fondi (in buona parte offerti da una famiglia di Stresa) sono serviti  per l’acquisto di alcune centinaia di banchi scolastici (prima i ragazzi studiavano seduti per terra…) sistemare le aule, migliorare le strutture di accoglienza e mantenere un pozzo che fornisce acqua potabile a molte famiglie della zona, peraltro insufficiente.   
 
 
In Mozambico opera anche la sorella di suor Maria Luisa (Luana Spitti) una dinamica laica che lavora a Machava, nella periferia di Maputo, la capitale del Mozambico.. In queste zone periferiche  è assolutamente carente l’assistenza sanitaria e quindi – grazie soprattutto all’aiuto di alcuni specifici benefattori  – si è lavorato attivamente già dall’anno scorso per ristrutturare un ambulatorio-infermeria molto importante. Sono stati sistemati nuovi locali per diversi reparti, acquistate strutture e impiantando strumentalizzazione adeguata in parte proveniente (pur usata) dall’Italia. Un container è proprio in questi giorni in viaggio per Maputo.  Abbiamo destinato a Luana 3.000 euro contribuendo anche al nolo del container. Luana opera anche direttamente con la sua onlus “Fratelli Senza Frontiere” che è formalmente la nostra corrispondente-partner.  
 
Avrò il piacere di poter visitare direttamente questo centro nel prossimo mese di dicembre.
 
 
ZAMBIA
 
Tramite una nostra amica di Verbania che da anni lavora per questa realtà  abbiamo contribuito con 300 euro alla scuola per sordomuti di Kalulusci, una delle poche realtà di tutta l’Africa del Sud  per bambini non udenti. La somma è servita per compartecipare al costo di invio di un container con attrezzature e materiale didattico.   
 
 
KENYA E  ALTRI  AIUTI
 
Il Kenya è stata la culla del Verbania Center ma ormai sono pochi i missionari presenti. Abbiamo inviato 500 euro a suor Florinda Tosi, missionaria della Consolata attiva a Nairobi e  altrettanti a padre Lorenzo Cometto che lavora nella scuola tecnica di Sagana, vicino a Nyeri.
 
 
In diverse altre nazioni teniamo contatti. ma anche quest’anno non abbiamo inviato fondi per progetti specifici, questo per i nostri limiti di spesa ma anche perché non inviamo fondi se non a fronte di un progetto ben chiaro .
 
 
LA “FILOSFIA” DEL VERBANIA CENTER
 
Ricordiamo la "filosofia" che sta dietro alle nostre iniziative e riassumibile in pochi punti:
1) nessun tipo di spesa generale: tutto quello che si raccoglie si spedisce e lo si rendiconta
2) le iniziative finanziate debbono prevedere il coinvolgimento di gruppi o popolazioni locali che devono co-partecipare mettendoci almeno il lavoro materiale. Inoltre quando i progetti sono destinati a delle comunità il loro utilizzo non è mai completamente gratuito, ma sempre soggetto ad un piccolo pagamento o a una modesta retta di mantenimento, perché tutti siano responsabilizzati al sacrificio e le iniziative siano ben mantenute
 
3) ogni intervento ha sempre un responsabile locale conosciuto e serio, che possa così rispondere personalmente della qualità e della dovuta rendicontazione di quello che viene fatto.
 
 
 
L'AZIONE DEL”FONDO”
 
Otto anni fa il “VERBANIA CENTER” si è trasformato aderendo con un proprio fondo autonomo alla Fondazione Comunitaria del VCO che ha l’obiettivo di contribuire a sostenere lo sviluppo sociale del nostro territorio e di promuovere la cultura della solidarietà tra i cittadini del VCO,
 
La prima dotazione del nostro Fondo è stata di 50.000 euro e tale somma – incrementata anche quest'anno da rendite e successive donazioni - costituisce la sezione patrimoniale del Fondo (ad oggi salita a 73.453 euro) che fa parte, come Fondo indipendente, del patrimonio complessivo della Fondazione Comunitaria del VCO.  
 
Le somme investite a patrimonio producono rendite destinate anche al sostegno dei singoli progetti che vengono finanziati e gestiti con la sezione corrente, incrementata da donazioni libere e lasciti di privati cittadini, enti e imprese.
 
Quando non specificatamente indicato i versamenti vengono versati nella sezione corrente.
 
 
Chi desidera partecipare al progetto Verbania Center, può quindi sempre contribuire con una donazione libera sul conto intestato a Fondazione Comunitaria del VCO presso BANCA PROSSIMA - IBAN: IT28 S033 5901 6001 0000 0000 570) indicando però sempre : “FONDO VERBANIA CENTER”  E' inoltre possibile effettuare versamenti sul c/c postale n. 76673664 intestato a Marco Zacchera - Via Castelli 30/a 28922 VERBANIA (indirizzo che funge anche da recapito e segreteria).
 
In entrambi i casi va sempre indicata come causale "FONDO VERBANIA CENTER".  potete scrivermi anche via mail per avere ogni dettaglio : marco.zacchera@libero.it .
 
 
A tutti un saluto, grazie dell’amicizia e Buon Natale
 
 Verbania,  24  novembre 2017                                                     MARCO  ZACCHERA





“ KABA KUKUNA ANDU”   (“E’ MEGLIO FARE DEL BENE”)
 
 
RAPPORTO SUL VERBANIA CENTER – RELAZIONE DEL 35° ANNO
 
 
Cari amici,
 
35 anni… una vita da quando – era il Natale del 1981 – nacque il “Verbania Center” prima come associazione spontanea e ora specifico e autonomo Fondo inserito all’ interno della “Fondazione Comunitaria del VCO”. Quasi tutti i benefattori iniziali oggi non ci sono più e purtroppo anche quasi tutti i missionari e laici che abbiamo aiutato nel tempo sono deceduti o non sono più operativi, ma altri li hanno sostituiti così come qualche nuovo amico ci è stato vicino nel corso degli ultimi anni. Proseguiamo quindi con la nostra piccola attività perché - riflettendo - oggi ci sarebbe ancora più bisogno rispetto alle difficoltà di tante comunità in Africa e nel mondo rispetto a quando abbiamo iniziato.  Ecco intanto il bilancio di quest’anno.
 
 
 
RELAZIONE FINANZIARIA
 
Dopo la costituzione del “Fondo Verbania Center” presso la Fondazione Comunitaria del VCO le disponibilità sono ora da dividersi in due diverse gestioni: quella “patrimoniale” (che va ad incrementare il fondo iniziale di adesione alla Fondazione) e la “sezione corrente” dove si versano gli altri fondi raccolti e li si distribuiscono nelle diverse attività.
 
Durante il periodo 28.11.2015 – 6.12.2016  sono stati ricevute altre offerte complessive per euro 7.900 dei quali 200 direttamente versati alla Fondazione,  oltre a una  rendita sui capitali investiti nel patrimonio che oggi ammonta ad euro 70.754. Il fondo di cassa disponibile presso la Fondazione è di 2.826 euro. Durante il periodo sono stati destinati e spesi 9.700 euro. In totale dall’inizio della sua attività, oltre a molti beni in natura ed attrezzature, il Verbania Center ha quindi superato come raccolta i 540.000 euro che, salvo i saldi attuali e il fondo patrimoniale, sono stati tutti spesi nel tempo in oltre 100 iniziative diverse, tutti “senza spese” perché ricordo che la nostra iniziativa non ha nessun costo di amministrazione o di gestione.
 
 
 
MOZAMBICO: NACALA E MACHAVA 2
 
In Mozambico continua la collaborazione con la suora salesiana verbanese Maria Luisa Spitti che sta realizzando insieme alle sue consorelle diverse iniziative soprattutto in campo scolastico. Quest’anno con 2.000 euro abbiamo continuato a finanziare la scuola “Mira Mar” (2.200 studenti) in un “barrio” (quartiere-baraccopoli) nella periferia di Nacala, nel nord del paese. I fondi sono serviti per sistemare le aule, migliorare le strutture di accoglienza e mantenere un pozzo che fornisce acqua potabile a circa 2000 famiglie, ma ne servirebbero altri due.  
 
 
In Mozambico opera anche la sorella di suor Maria Luisa (Luana Spitti) una dinamica laica che lavora a Machava 2, nella periferia di Maputo. In queste zone periferiche è assolutamente carente l’assistenza sanitaria e quindi – grazie soprattutto all’aiuto di uno specifico benefattore – si è lavorato attivamente per ristruttura un ambulatorio-infermeria molto importante. Sono stati sistemati nuovi locali per diversi reparti compresa la pediatria, acquistate strutture e impiantando strumentalizzazione adeguata in parte proveniente usata dall’Italia. Abbiamo inviato a Luana 5.000 euro a completamento di quanto previsto e come primo acconto per un nuovo ampliamento destinato a migliorare le fatiscenti condizioni del pronto soccorso.  Luana opera anche direttamente con la sua onlus “Fratelli Senza Frontiere” che è formalmente la nostra corrispondente-partner.  
 
 
ZAMBIA
 
Tramite una nostra amica di Verbania che da anni lavora in zona abbiamo contribuito con 500 euro alla scuola per sordomuti di Kalulusci, una delle poche realtà in quella zona per bambini non udenti. La somma è servita per l’acquisto di materiale didattico.
 
 
KENYA
 
Questo paese era stata la culla del Verbania Center ma ormai sono pochi i missionari presenti. Abbiamo inviato 500 euro a p. Antonio Bianchi (94 anni!) che continua a lavorare tra i ragazzi di strada a Nairobi e altrettanti a suor Florinda Tosi, ancora attiva con mille progetti.
 
SIRIA ED IRAQ
 
Molti hanno seguito l’evolversi della drammatica situazione in Iraq e in Siria dove ci sono milioni di profughi per i conflitti in corso. Si è deciso di intervenire con una piccola somma rispetto alle enormi necessità (1.200 euro) versate attraverso l’associazione vaticana “Aiuto alla Chiesa che soffre” per l’assistenza materiale a profughi – in prevalenza cristiani – che hanno dovuto abbandonare le loro terre,
 
 
ALTRI  AIUTI
 
In diverse altre nazioni teniamo contatti come in Burundi, Brasile, Kenya, Venezuela, Colombia, ma anche quest’anno non abbiamo inviato fondi per progetti specifici, salvo che consegnare appunto qualche cosa a missionari o collaboratori laici temporaneamente in Italia, questo anche perché non inviamo fondi se non a fronte di un progetto ben chiaro .
 
 
LA “FILOSFIA” DEL VERBANIA CENTER
 
Ricordiamo la "filosofia" che sta dietro alle nostre iniziative, riassumibile in pochi punti:
1) nessun tipo di spesa generale: tutto quello che si raccoglie si spedisce e lo si rendiconta
2) le iniziative finanziate debbono esserlo solo in parte, prevedendo il coinvolgimento di gruppi o popolazioni locali che devono co-partecipare mettendoci almeno il lavoro materiale. Inoltre i progetti realizzati per delle comunità non sono completamente gratuiti, ma sempre soggetti ad un piccolo pagamento o a una modesta retta di mantenimento, perché tutti siano responsabilizzati al sacrificio e siano ben mantenute
 
3) ogni intervento ha sempre un responsabile locale conosciuto e serio, che possa così rispondere della qualità e con precisione di quello che viene fatto.
 
 
 
L'AZIONE DEL”FONDO”
 
Sette anni fa il “VERBANIA CENTER” si è trasformato aderendo con un proprio fondo autonomo alla Fondazione Comunitaria del VCO che ha l’obiettivo di contribuire a sostenere lo sviluppo sociale del nostro territorio con l'erogazione di contributi alle organizzazioni non profit; oltre che di promuovere la cultura della solidarietà tra i cittadini del VCO,
 
La prima dotazione del nostro Fondo è stata costituita raccogliendo 50.000 euro da alcuni soci fondatori e tale somma – incrementata anche quest'anno da rendite e successive donazioni - costituisce la sezione patrimoniale del Fondo (ad oggi è salita appunto a 70.754 euro) che fa parte, come Fondo indipendente, del patrimonio complessivo della Fondazione Comunitaria del VCO. Le somme investite a patrimonio producono rendite destinate anche al sostegno dei singoli progetti.
 
Il nostro Fondo è incrementato da donazioni libere e lasciti disposti da privati cittadini, Enti e imprese che condividano le nostre iniziative e vogliano contribuire direttamente al finanziamento dei progetti.
 
Tali donazioni – se non vincolate o se ciò sia specificatamente richiesto – vengono inserite nella sezione corrente del Fondo e sono e saranno destinate direttamente alle iniziative di solidarietà.
 
 
Chi desidera partecipare al progetto Verbania Center, può quindi sempre contribuire con una donazione libera sul conto intestato a Fondazione Comunitaria del VCO presso BANCA PROSSIMA - IBAN: IT28 S033 5901 6001 0000 0000 570) indicando: “FONDO VERBANIA CENTER”  E' inoltre possibile effettuare versamenti sul c/c postale n. 76673664 intestato a Marco Zacchera - Via Castelli 30/a 28922 VERBANIA (indirizzo che funge anche da recapito e segreteria). In entrambi i casi sempre indicando come causale "FONDO VERBANIA CENTER" e/o potete scrivere per ogni dettaglio  via mail: marco.zacchera@libero.it .
 
 
 
RICORDO CHE E’ USCITA LA 3°  EDIZIONE DEL LIBRO “LA MOSCHERUOLA” I CUI INTROITI SONO DESTINATI AL “VERBANIA CENTER”: PUO’ ESSERE UN’ IDEA PER UN REGALO A NATALE. Per info e richieste: marco.zacchera@libero.it
 
 
 
A tutti un saluto, grazie dell’amicizia e Buon Natale
 
 Verbania,  dicembre  2016                 MARCO  ZACCHERA



“ KABA KUKUNA ANDU”  (“E’ MEGLIO FARE DEL BENE”)
RAPPORTO sul VERBANIA CENTER – RELAZIONE DEL 34° ANNO


Cari amici,

un altro anno è passato e sono ormai 34 da quando – era il Natale del 1981 – nacque il “Verbania Center” prima come associazione spontanea e ora specifico e autonomo Fondo inserito all’ interno della “Fondazione Comunitaria del VCO”. Molti benefattori oggi non ci sono più e purtroppo anche quasi tutti i missionari e laici che abbiamo aiutato nel tempo sono deceduti o non sono più operativi (quest’anno ha lasciato il Kenya per limiti di età padre Giuseppe Da Frè, l’allora parroco di Loyangallany, sul Lago Turkana, quando nel 1982 costruimmo il nostro primo acquedotto) ma ci sono infinite altre possibilità e necessità di intervento. Ecco intanto il bilancio di quest’anno.
RELAZIONE FINANZIARIA
Dopo la costituzione del “Fondo Verbania Center” presso la Fondazione Comunitaria del VCO le disponibilità sono ora da dividersi in due diverse gestioni: quella “patrimoniale” (che va ad incrementare il fondo iniziale di adesione alla Fondazione) e la “sezione corrente” dove si versano gli altri fondi raccolti e li si distribuiscono nelle diverse attività. Quest’anno vi è stata una ulteriore novità ovvero il versamento da parte di un singolo benefattore di 16.000 euro specificatamente destinato al Mozambico salvo 1.000 euro destinati in Kenia. Di questo fondo sono stati impiegati ad oggi 13.000 euro e quindi ne restano 3.000 da inviare a gennaio, poi questo giroconto sarà azzerato.
Durante il periodo 30.11.2014 – 27.11.2015 sono stati ricevute altre offerte complessive per euro 8.301 dei quali 4.912 direttamente versati alla Fondazione, 3.389 incassati per la vendita del libro “La Moscheruola” e offerte varie in contanti, oltre a una rendita sui capitali investiti del patrimonio per euro 1.851. Più oltre il dettaglio dei singoli versamenti che portano ad un netto di disponibilità alla data odierna di 3.603 euro sulla partita “corrente” (oltre ai 3.000 per la specifica destinazione in Mozambico) e di 70.753 euro come fondo patrimoniale. In totale dall’inizio della sua attività, oltre a molti beni in natura ed attrezzature, il Verbania Center ha quindi superato come raccolta i 530.000 euro che, salvo i saldi attuali e il fondo patrimoniale, sono stati tutti spesi nel tempo in oltre 100 iniziative diverse. Ricordo che la nostra iniziativa non ha costi di amministrazione o di gestione.

MOZAMBICO: NACALA E MACHAVA 2
In Mozambico continua la collaborazione con la suora salesiana verbanese Maria Luisa Spitti che sta realizzando insieme alle sue consorelle diverse iniziative soprattutto in campo scolastico. Quest’anno con 7.000 euro abbiamo continuato a finanziare la scuola “Mira Mar” (2.200 studenti) in un “barrio” (quartiere-baraccopoli) nella periferia di Nacala, nel nord del paese. La zona è stata oggetto di inondazioni nell’inverno scorso e quindi i fondi sono serviti per sistemare le aule, migliorare le strutture di accoglienza e costruire un pozzo che fornisce acqua potabile a circa 2000 famiglie, ma ne servirebbero altri due.

In Mozambico opera anche la sorella di suor Maria Luisa (Luana Spitti) una dinamica laica che lavora a Machava 2, nella periferia di Maputo. In queste zone periferiche è assolutamente carente l’assistenza sanitaria e quindi – grazie soprattutto all’aiuto delle specifico benefattore già citato – si sta ristrutturando un ambulatorio-infermeria molto importante e che prevede un investimento complessivo di 10.000 euro, 7.000 dei quali già versati. Luana opera anche con la sua onlus “Fratelli Senza Frontiere” che è formalmente la nostra corrispondente-partner.

BRASILE: PESCADOR

Come da relazione 2014 abbiamo contribuito alla costruzione di una lavanderia nella casa per anziani a Pescador, nello stato brasiliano del Minas Gerais, in un centro che è stata fondata nel 1964 da don Gianni Sacco, sacerdote novarese “fidei donum” deceduto nel 2008. Da allora essa viene continuata da alcune suore e volontari locali e novaresi. Potrebbe sembrare un servizio minore e invece è indispensabile date le condizioni climatiche della zona e le condizioni dei ricoverati. Il progetto si è concluso con la spesa di circa 20.000 euro ed abbiamo contribuito con un versamento di 2.500 euro.
KENYA – EX CARCERATI E RAGAZZI DI STRADA
Nonostante i suoi 93 anni compiuti è sempre attivo nella periferia di Nairobi padre Antonio Bianchi, pallanzese, missionario della “Consolata” in Kenya da oltre mezzo secolo. In particolare si impegna nell’aiuto ai ragazzi di strada, orfani od abbandonati, nella periferia di Nairobi. Ha molti problemi e necessità per reinserirli e mantenerli e per questo gli abbiamo versato 1000 euro.
Sempre nei pressi di Nairobi opera da molti anni suor Florinda Tosi che ora segue l’avviamento al lavoro in agricoltura di giovani ex carcerati. Anche a lei sono stati versati 1.000 euro.

ALTRI AIUTI
In diverse altre nazioni teniamo contatti come in Burundi, Venezuela, Colombia, ma anche quest’anno non abbiamo inviato fondi per progetti specifici, salvo che consegnare appunto qualche cosa a missionari o collaboratori laici temporaneamente in Italia.

LA “FILOSOFIA” DEL VERBANIA CENTER
Ricordiamo la "filosofia" che sta dietro alle nostre iniziative, riassumibile in pochi punti:
1) nessun tipo di spesa generale: tutto quello che si raccoglie si spedisce e lo si rendiconta
2) le iniziative finanziate debbono esserlo solo in parte, prevedendo il coinvolgimento di gruppi o popolazioni locali che devono co-partecipare mettendoci almeno il lavoro materiale. Inoltre i servizi poi offerti non sono completamente gratuiti, ma sempre soggetti ad un piccolo pagamento o retta di mantenimento, perché tutti siano responsabilizzati al sacrificio e siano ben mantenute
3) ogni intervento ha sempre un responsabile locale conosciuto e serio, che possa così rispondere della qualità e con precisione di quello che viene fatto.

L'AZIONE DEL”FONDO”
Sei anni fa il “VERBANIA CENTER” si è trasformato aderendo con un proprio fondo autonomo alla Fondazione Comunitaria del VCO che ha l’obiettivo di contribuire a sostenere lo sviluppo sociale del nostro territorio con l'erogazione di contributi alle organizzazioni non profit; oltre che di promuovere la cultura della solidarietà tra i cittadini del VCO,
La prima dotazione del nostro Fondo è stata costituita raccogliendo 50.000 euro da alcuni soci fondatori e tale somma – incrementata anche quest'anno da rendite e successive donazioni - costituisce la sezione patrimoniale del Fondo (ad oggi è salita appunto a 70.763,71 euro) che fa parte, come Fondo indipendente, del patrimonio complessivo della Fondazione Comunitaria del VCO. Le somme investite a patrimonio producono rendite destinate anche al sostegno dei singoli progetti. Il nostro Fondo è incrementato da donazioni libere e lasciti disposti da privati cittadini, Enti e imprese che condividano le nostre iniziative e vogliano contribuire direttamente al finanziamento dei progetti.
Tali donazioni – se non vincolate o se ciò sia specificatamente richiesto – vengono inserite nella sezione corrente del Fondo e sono e saranno destinate direttamente alle iniziative di solidarietà.

Chi desidera contribuire al progetto Verbania Center, può quindi sempre contribuire con una donazione libera sul conto intestato a Fondazione Comunitaria del VCO presso BANCA INTESA SANPAOLO - IBAN: IT43 K030 6922 4106 1525 0748 050 indicando: “FONDO VERBANIA CENTER” E' inoltre possibile effettuare versamenti sul c/c postale n. 76673664 intestato a Marco Zacchera - Via Castelli 30/a 28922 VERBANIA, in entrambi i casi sempre indicando come causale "FONDO VERBANIA CENTER" e/o potete scrivermi per ogni dettaglio via mail: marco.zacchera@libero.it .


A tutti un saluto, grazie e Buon Natale

Verbania,  18 dicembre 2015  !                                         Marco Zacchera


Torna ai contenuti