IL PUNTO di MARCO ZACCHERA - Il sito di Marco ZACCHERA

Vai ai contenuti

Menu principale:

IL PUNTO di MARCO ZACCHERA

IL PUNTO

                 

IL PUNTO   n. 670 del 20 aprile 2018   
di MARCO ZACCHERA  (marco.zacchera@libero.it)

 

info e numeri arretrati:  www.marcozacchera.it

 

SOMMARIO: ITALIA, POPOLO DI SANTI… - REBUS GOVERNO – DISASTRO SIRIA – CINQUEPERMILLE – VERBANIA RIUSA?

 

 

ITALIA, POPOLO DI SANTI, POETI E NAVIGATORI

Il Presidente Mattarella ha dato incarico due giorni fa alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati di "esplorare e riferire" in vista del nuovo governo, anche se in queste ore tutto sembra naufragare.  

Ad oggi sono passati 47 giorni dal voto del 4 marzo e siamo ancora a questo punto, in attesa di un nuovo “esploratore” che navighi e riferisca.

Cristoforo Colombo per attraversare l'ignoto  Atlantico e andare a scoprire l'America di giorni ce ne mise solo  33, pur  partendo dalla Canarie: perfino con le navi a vela  del tempo sarebbe già quasi tornato indietro.

"Italia, nave senza nocchier in gran tempesta".., Il resto declamatelo  voi, ma meglio non chiederlo alla Ministra dell'Istruzione perché forse neppure questo era nei suoi programmi scolastici giovanili. Già, perché intanto anche la Fedeli è sempre lì...

E mi sa che alla fine, constatato che è inutile andare a votare senza una nuova legge elettorale e visti i veti reciproci Mattarella non resusciti un "suo" uomo, "di alto profilo" naturalmente.

 

SALVINI CRESCE, BERLUSCONI NO

Decidere di mantenere la parola data e non cedere ad un governo Lega-M5S tradendo gli alleati ha fatto guadagnare a Matteo Salvini molta considerazione, dimostrando che è una persona seria e coerente, caratteristiche rare di questi tempi.

Certo che il gioco di Di Maio è spaccare e far innervosire  l'avversario (Berlusconi ci casca sempre)  facendo l'occhiolino al PD, ma proprio per questo a destra deve crescere una coalizione seria, anche perché metà dei suoi parlamentari è eletta in collegi uninominali proprio con la convergenza dei voti di elettori dei diversi partiti di centro-destra. Sono queste persone – se coerenti – il cemento della coalizione, come lo erano un tempo quelli del PDL. D'altronde il centro-destra o resta unito o non è, sperando che anche Berlusconi capisca una volta per tutte che personalizzare tutte le questioni non va, che ormai lui non è più il sole al centro dell’attenzione e che moltissimi elettori di FI credono di più in un progetto rispetto alla sua persona e che a volte è quindi necessario un sacrificio personale e un po' di silenzio pur di far vincere l’alleanza.

Spero che il voto di domenica in Molise (dove vinceranno i 5 Stelle) ma soprattutto quello successivo in Friuli – molto più importante - confermerà questa tendenza.

 

DISASTRO SIRIA

Ho davvero l'impressione che alcuni leader occidentali sulla questione Siria ci stiano raccontando anche un sacco di frottole.

Innanzitutto ricordiamo che l’attacco in Siria NON aveva alcun beneplacito dell’ONU e quindi è stato un attacco e basta. Con questo criterio allora è lecito tutto ed il contrario di tutto, in palese violazione delle convenzioni internazionali che - anche in presenza di presunte armi chimiche - impone verifiche e non bombardamenti, verifiche che non sono state impedite e sono tuttora in corso.

Che poi i 120 missili sparati contro "siti di stoccaggio chimico siriano, attacco che ha avuto pieno successo"" (parole di Trump, May e Macron) nessuno può dimostrare il contrario, ma quando mai se bombardate e distruggete tre siti di armi chimiche NULLA esce poi in atmosfera?  E se i servizi segreti alleati sapevano dei luoghi di stoccaggio, perchè hanno atteso tanti anni ad intervenire, visto che parlano in questi giorni di "centinaia di attacchi chimici" lanciati dal regime di  Bashar al-Assad ?  

E come mai il dittatore siriano avrebbe dovuto usare proprio adesso le armi chimiche, quando sta vincendo la guerra con l'aiuto di Putin, scatenandosi contro mezzo mondo? E chi conta poi le morti civili per queste ritorsioni?

"Avevamo avvisato prima" dicono i portavoce occidentali, “per non scatenare la reazione dei russi”: bravissimi, ma allora intanto Assad avrà allora avuto tempo di spostare lo stoccaggio dei gas (oppure i "depositi" non c'erano, ma erano solo basi convenzionali e - dopo aver annunciato urbi et orbi il bombardamento - non faceva fino tirarsi indietro)...

Ma mettiamo che Assad fosse da tempo stato estirpato dalla Siria: chi governerebbe oggi in quel paese? Un amico dell'Occidente o i "ribelli" filo-ISIS e integralisti sunniti che sono arrivati a controllare gran parte del paese prima dell'aiuto russo ad Assad e si sono pure loro distinti in crudeltà di massa, soprattutto a carico dei cristiani - il 10% della popolazione siriana di cui 2 milioni di cattolici ! - che sono sempre stati difesi da Assad e che sembrano purtroppo stati dimenticati perfino da Papa Francesco (e questo aspetto è molto doloroso) ? 

Tutte queste domande rimangono senza risposta inserendosi nel braccio di ferro USA-GB-Russia, tutti a caccia solo di pretesti e dove Putin è il “male assoluto”.

L’Italietta – che purtroppo conta zero – per lo meno guardi ai suoi interessi diretti, il primo dei quali è che non ha senso continuare con un embargo alla Russia (era stato deciso per la guerra in Ucraina, qualcuno se la ricorda ancora?) che ci danneggia economicamente senza portare ad alcun vantaggio strategico.

 

P.S. : A proposito, e il famoso gas russo usato in Gran Bretagna? Che fine ha fatto, chi lo ha effettivamente usato e dove sono le “prove schiaccianti” di cui nessuno ha più saputo niente?

 

CINQUEPERMILLE

Ci mancavano gli “Animalisti Italiani” che mi hanno omaggiato oggi di lettera circolare, 10 segnalibro di plastica e allegati vari per chiedere che versi loro il 5x1000 della mia dichiarazione dei redditi.

Credo sia il trentesimo Ente che me lo chiede, dalla sanità al sociale, dallo sport alla cultura a livello locale o nazionale. Mi chiedo a) chi paghi loro le spese per questi invii massicci di comunicazione (oltre a tutte le mail che arrivano via internet) e  mi piacerebbe sapere chi ha dato loro il mio indirizzo, oltre ai “big” che pagano (?) una infinità di passaggi pubblicitari in TV.  b) perché a chi chiede non deve essere fatto obbligo di fornire un conto pubblico di quanto raccolto negli anni precedenti e come lo si sia speso  c) chi sia il legale rappresentante di enti ed associazioni varie richiedenti, raramente comunicato  d) perché non debba essere pubblicizzato per legge su un sito ufficiale del Ministero un “report” sulle Associazioni richiedenti con relativo bilancio verificato almeno a campione a tutela e garanzia ai contribuenti. L’impressione è che sul 5 x 1000 sia partita una grande campagna affaristica che ha poco a che fare con le intenzioni di partenza e a rimetterci sono le associazioni serie.  Certo che – anche alla luce degli scandali che emergono nella cooperazione internazionale - sarebbe bello conoscere nei dettagli i bilanci (e spesso gli sprechi) delle grandi “Associazioni umanitarie”, a cominciare da quelle dell’ ONU che godono di “buona stampa” e di tanti volontari in buona fede, ma spesso hanno bilanci grondanti di spese “interne” più che per aiuti concreti a chi ne ha bisogno.

 

VERBANIA CITTA’ DEL RIUSO ?

Proprio nella “settimana del riuso” lanciata con enfasi dal Comune di Verbania sono iniziati i lavori di rifacimento della pavimentazione  verso il lago di Viale delle Magnolie a Pallanza.

A parte che sarebbero lavori da programmare per l’inverno vista la stagione turistica, pare che tutti i blocchetti della passeggiata verranno buttati e sostituiti con cubetti di serizzo (provate a passarci sopra con un monopattino o una carrozzina…).

Ma perche – rifatta la sottostante soletta in cemento –  le decine di migliaia di autobloccanti devono essere buttati e non invece riutilizzati, salvo quelli  eventualmente rotti o da sostituire? Come giustamente nota il consigliere comunale Damiano Colombo (FdI) se Verbania si vanta di essere “Città  del riuso” ecco del materiale assolutamente valido inutilmente buttato e che poteva invece svolgere benissimo la sua funzione ancora per decenni.

 

 

Buona settimana a tutti!                            Marco Zacchera       

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu